asset manager transizione energetica | ESG News

Transizione energetica

IEA: si è svolta la prima riunione del comitato consultivo su finanza energetica

L’IEA (International Energy Agency) ha tenuto la prima riunione del suo nuovo Finance Industry Advisory Board, il comitato che riunisce 40 rappresentanti dei principali attori del mondo della finanza energetica, tra cui banche, asset manager e istituzioni finanziarie internazionali.

L’agenzia ha convocato il nuovo comitato consultivo per consentire un dialogo più strutturato con la comunità finanziaria dell’energia su una serie di questioni che riguardano gli investimenti energetici, in particolare per quanto riguarda le transizioni energetiche pulite.

“Il successo e la sicurezza delle transizioni energetiche dipendono non solo dalle decisioni politiche e dall’innovazione tecnologica, ma anche dalla mobilitazione di enormi quantità di capitale d’investimento, soprattutto per i progetti di energia pulita nelle economie emergenti e in via di sviluppo”, ha dichiarato il direttore esecutivo dell’IEA Fatih Birol, che ha aperto la riunione del comitato. “Si tratta di un’area molto dinamica e sono molto soddisfatto del forte interesse della comunità finanziaria dell’energia per questa nuova iniziativa dell’IEA”.

Durante l’incontro presso la sede centrale dell’agenzia a Parigi, i partecipanti hanno scambiato opinioni su alcuni dei principali risultati relativi agli investimenti previsti dell’IEA per il 2023. Tra questi, il rapporto annuale World Energy Investment che traccia i flussi di capitale nel settore energetico; un imminente rapporto congiunto con l’International Finance Corporation sull’aumento dei finanziamenti del settore privato in progetti di energia pulita nelle economie emergenti e in via di sviluppo; l’Osservatorio sul costo del capitale gestito dall’IEA e da diversi partner; una nuova analisi sui finanziamenti per l’energia pulita in Africa, sviluppata in collaborazione con la Banca africana di sviluppo; infine, un’analisi programmata per la Conferenza sui cambiamenti climatici COP28 sull’industria del petrolio e del gas nella transizione verso emissioni nette zero.

Il Finance Industry Advisory Board si aggiunge ad altri organi consultivi informali che l’IEA ha istituito per dialogare con importanti stakeholder, tra cui l’Energy Business Council, il Renewable Industry Advisory Board e altri.

Con la nuova iniziativa l’IEA vuole raggiungere tre obiettivi principali:

  • Fornire uno scambio strutturato di opinioni sui principali risultati analitici dell’agenzia relativi agli investimenti e ai finanziamenti nel settore energetico. Questi includono l’annuale World Energy Investment e gli aspetti relativi agli investimenti del World Energy Outlook;
  • Fornire un canale istituzionale per il dialogo tra la comunità dei finanziatori dell’energia e i responsabili delle politiche energetiche, che si incontrano regolarmente in vari comitati e gruppi di lavoro dell’IEA, sulle questioni che influenzano i flussi di capitale verso il settore energetico;
  • Consentire scambi regolari sull’uso degli scenari dell’IEA.