Politica anti-ESG

USA: i repubblicani lanciano un gruppo di lavoro per “combattere la minaccia” ESG

Il movimento anti-ESG che ha dominato la scena negli Stati Uniti nel 2022 si mette a sistema. I repubblicani del Congresso degli Stati Uniti, infatti, hanno creato un nuovo gruppo di lavoro – il Republican Working Group – con l’obiettivo di coordinare l’approccio del partito alle proposte ESG, con particolare attenzione alle regole di divulgazione sul clima previste dalla Securities and Exchange Commission (SEC) in primavera.

In una dichiarazione in cui ha annunciato la formazione del gruppo di lavoro, Patrick McHenry, presidente della Commissione per i servizi finanziari della Camera, ha affermato che il gruppo mira a “combattere la minaccia ai nostri mercati dei capitali rappresentata da coloro che, all’estrema sinistra, spingono proposte ambientali, sociali e di governance (ESG)“. Secondo quanto affermato da McHenry, i “progressisti” starebbero cercando di fare con le imprese americane “quello che hanno già fatto con il nostro sistema di istruzione pubblica: usare le nostre istituzioni per imporre la loro ideologia di estrema sinistra la popolo americano”.

Il gruppo di lavoro sarà guidato da Bill Huizenga, che il mese scorso è stato nominato presidente della sottocommissione per la supervisione e le indagini della commissione per i servizi finanziari della Camera.

Secondo la dichiarazione, il Republican Working Group si concentrerà in particolare sul “contenimento dell’eccesso di regolamentazione della SEC“. L’autorità di regolamentazione statunitense dovrebbe pubblicare in aprile la versione finale delle sue regole di divulgazione sul clima per le società pubbliche. Secondo la proposta iniziale della SEC pubblicata l’anno scorso, le regole richiederebbero per la prima volta alle società statunitensi di fornire informazioni sui rischi climatici che le aziende devono affrontare e sui piani per affrontarli, insieme a metriche che descrivano l’impronta climatica delle società, comprese le emissioni di gas serra (GHG) di ambito 1, 2 e, in alcuni casi, di ambito 3.

Huizenga ha specificamente indicato la norma della SEC sulla divulgazione delle informazioni sul clima come un “esempio lampante di eccesso di potere” e ha citato la decisione della Corte Suprema dello scorso anno, che ha stabilito che l’Agenzia per la protezione dell’ambiente (EPA) non ha l’autorità di regolamentare i limiti alle emissioni di carbonio delle centrali a carbone. In quel caso, la Corte ha stabilito che all’agenzia federale non era stata concessa dal Congresso l’autorità di attuare regolamenti di tale importanza economica e politica.

Altre aree di interesse per il gruppo includono il rafforzamento dello “standard di rilevanza come pilastro del nostro regime di divulgazione” e la responsabilità degli “operatori di mercato che abusano del processo di delega o della loro grande influenza per imporre preferenze ideologiche in modi che eludono il processo legislativo democratico”. Queste aree di interesse sembrerebbero allinearsi con i recenti sforzi politici volti a bloccare l’attuazione di una nuova norma del Dipartimento del Lavoro (DOL) che consentirebbe di prendere in considerazione i fattori climatici ed ESG nei piani pensionistici privati sponsorizzati dai datori di lavoro e a colpire i grandi investitori per il loro sostegno a proposte incentrate sulla transizione energetica presso le aziende produttrici di combustibili fossili.

Secondo la dichiarazione, il gruppo di lavoro coordinerà la risposta dei Repubblicani all’ESG, compreso lo sviluppo di politiche e la formazione dei membri.