Sea aeroporti Milano | ESG News

Sustainable Aviation Fuels

NextChem (MAIRE) si aggiudica contratto per impianto di biocarburanti in USA

NextChem, parte del gruppo MAIRE che si occupa di Sustainable Technology Solutions, attraverso la sua controllata MyRechemical ha firmato un contratto di licenza con DG Fuels Louisiana in relazione alla sua tecnologia proprietaria di gassificazione NX Circular.

L’impianto, che dovrebbe essere operativo nel 2028, produrrà 450 milioni di litri all’anno di SAF (Sustainable Aviation Fuels) derivato da biomasse residuali e in piccola parte di rifiuti urbani. MyRechemical è stata selezionata come licenziataria della tecnologia per le unità di gassificazione e trattamento del gas in grado di processare un milione di tonnellate all’anno di residui della lavorazione della canna da zucchero, bagassa e polpa, che rappresentano il primo stadio del processo per la produzione di SAF Il contratto di licenza prevede che MyRechemical fornisca anche le apparecchiature proprietarie per il pacchetto di gassificazione, con l’opzione di applicare un approccio di costruzione modulare per controllare meglio i costi di costruzione sul sito, e i servizi tecnici associati.

Il progetto soddisfa i requisiti previsti dall’iniziativa Clean Fuels & Products Shot del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, volta a decarbonizzare il settore dell’aviazione attraverso l’industrializzazione del SAF. Inoltre, il SAF derivato da biomassa o rifiuti risponde ai requisiti del Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation (CORSIA), istituito dall’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile per ridurre i requisiti di compensazione delle emissioni di CO2 delle compagnie aeree. DG Fuels Louisiana è una società controllata da DG Fuels, azienda statunitense che si occupa di idrogeno rinnovabile e di carburante sintetico sostenibile a base biogenica per l’aviazione. 

“Questo importante riconoscimento conferma l’affidabilità delle nostre tecnologie e il ruolo di MAIRE come attore chiave per consentire la decarbonizzazione dell’industria attraverso soluzioni circolari in un mercato strategico come quello degli Stati Uniti, e a livello globale”, ha commentato Alessandro Bernini, Ceodi MAIRE.