Moda sostenibile

Allbirds lancia la prima scarpa a zero emissioni di CO2 al mondo

Allbirds, un marchio globale di lifestyle, ha creato la prima scarpa al mondo a zero emissioni di carbonio, la M0.0NSHOT. La sua impronta di carbonio di riferimento – 0,0 kg di CO₂e, contro una media del settore di 14 kg di CO₂e – è stata ottenuta senza ricorrere a compensazioni, grazie alla rivoluzione che Allbirds ha implementato nel processo di produzione.

Si tratta di una piccola impronta per una scarpa, ma potrebbe essere un passo da gigante per l’industria calzaturiera“, si legge sul sito di Allbirds, che sta rendendo disponibile il toolkit che ha portato M0.0NSHOT a zero, invitando altri a seguire le sue orme.

“Creare una scarpa a zero emissioni di carbonio che sia commercialmente valida e scalabile è il culmine del nostro intero catalogo di lavoro. M0.0NSHOT non è un proiettile d’argento per la crisi climatica, ma è la prova che, quando prendiamo sul serio la sostenibilità e ci concentriamo sulla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, possiamo fare progressi incredibili”, ha commentato Tim Brown, co-fondatore e co-Ceo di Allbirds.

M0.0NSHOT è il culmine di anni di lavoro e di attenzione di Allbirds alla riduzione sistematica delle emissioni di carbonio nella sua attività e nei suoi prodotti fin dalla sua fondazione. Nel 2018 ha creato SweetFoam®, il suo primo materiale carbon negative, che ha dato origine alla nuova schiuma utilizzata in M0.0NSHOT. Poi, nel 2020, Allbirds è diventato il primo marchio di moda a etichettare i prodotti con l’impronta di carbonio. Un anno dopo, il marchio ha annunciato una partnership con adidas per collaborare a quella che, a quel punto, era la scarpa a più basso contenuto di carbonio al mondo: la Adizero x Allbirds.

Questo risultato è stato reso possibile dai seguenti elementi:

  • Tomaia in lana merino rigenerativa a zero emissioni di carbonio: coltivata presso la Lake Hawea Station (LHS) in Nuova Zelanda;
  • Intersuola in schiuma a base di canna da zucchero a zero emissioni di carbonio: mentre la maggior parte delle schiume del settore sono principalmente sintetiche, la SuperLight Foam di Allbirds, sviluppata di recente, vanta un contenuto biologico dell’80%;
  • Occhielli in bioplastica carbon-negative: Allbirds ha collaborato con Mango Materials per implementare un nuovo processo innovativo che utilizza microrganismi per convertire il metano – il gas serra che le pecore rilasciano quando ruttano – in una forma di polimero che può essere modellato come le altre plastiche, senza la relativa impronta di carbonio.
  • Un imballaggio molto efficiente in termini di emissioni di carbonio: con un ingombro e un peso ridotti per il trasporto – realizzato con Green PE derivato dalla canna da zucchero e con emissioni di carbonio negative.
  • Trasporto attento alle emissioni di carbonio: un piano di trasporto ponderato con spedizioni oceaniche alimentate da biocarburanti e camion elettrici dal porto al magazzino.

“Crediamo che questo rivoluzionerà il percorso verso il net zero e fungerà da carburante per l’intero settore. Potremmo passare decenni a discutere i punti più sottili del sequestro del carbonio, oppure possiamo innovare oggi con un approccio basato sul buon senso”, ha affermato Hana Kajimura, responsabile della sostenibilità di Allbirds. “Si tratta di progresso, non di perfezione. Gli scienziati ci hanno mostrato cosa è possibile fare – ora è il momento che l’industria della moda porti avanti gli insegnamenti open-sourced di M0.0NSHOT”.

Allbirds ha dichiarato che presenterà ufficialmente la scarpa nel giugno 2023 e che sarà disponibile nella primavera del 2024.