TextileGenesis piattaforma tracciabilità moda | ESG News

Supply chain

TextileGenesis lancia nuova versione della piattaforma di tracciabilità del settore moda

TextileGenesis, azienda del Gruppo Lectra, ha lanciato la versione 2.0 della sua piattaforma SaaS, che mette a disposizione dell’ecosistema della moda un sistema di tracciabilità digitalizzato di tutti i materiali e capi di abbigliamento. Questa versione offre nuove funzionalità innovative, dalla gestione del rischio al motore di tracciabilità, basato su oltre 300 passaggi di trasformazione della supply chain, fino a una piattaforma unificata, integrata in tempo reale con oltre il 90% dei principali standard di certificazione dei materiali.

Per supportare le aziende del settore a rispettare le normative globali sulla trasparenza, sempre più stringenti, e a migliorare la user experience complessiva dei brand fashion e dei fornitori di tessuti, TextileGenesis ha introdotto una serie di nuove funzionalità nella piattaforma che rispecchiano le esigenze del settore moda a riguardo.

Queste prevedono un modulo di gestione del rischio e della conformità che consente di monitorare e segnalare automaticamente i rischi della supply chain globale utilizzando i database disponibili al pubblico (come la lista delle entità UFLPA). Il sistema acquisisce e segnala i rischi lungo l’intera catena del valore, dal tier 1 al 4. Il motore di tracciabilità assicura che ogni transazione nel sistema rifletta la complessità del mondo reale, con quasi 300 passaggi di trasformazione della supply chain. Il consolidamento di tutti i principali schemi di certificazione dei materiali su una singola piattaforma unificata che consente la verifica delle terze parti tramite enti di certificazione. TextileGenesis sottolinea infatti come gli schemi di certificazione della sostenibilità delle terze parti e la verifica indipendente sono requisiti fondamentali per la nuova legge europea che vieta il greenwashing per garantire che le dichiarazioni di sostenibilità del prodotto siano autentiche e verificabili.

Inoltre è offerta la verifica dell’origine dei materiali (per fornitori tier 4 e 5) lungo tutta la catena del valore, dal poliestere riciclato, al cotone organico, dalla cellulosa artificiale fino alle fibre animali ecologiche. E infine la nuova versione consente scambi di dati automatici e standardizzati con i brand fashion e con i fornitori di tessuti tramite i protocolli API e SFTP.

Nel complesso, gli utenti della piattaforma dispongono di una dashboard utente migliorata, un’interfaccia intuitiva e controlli di integrità dei dati aggiuntivi per garantire una piattaforma di tracciabilità altamente robusta, affidabile e scalabile. Attualmente, oltre 8.000 addetti alla supply chain in più di 70 Paesi stanno utilizzando la piattaforma per aumentare la tracciabilità delle loro supply chain, per più di 800 milioni di unità.