Parlamento net zero Industry Act green deal | ESG News

Normativa UE

Parlamento UE, settimana di intenso voto. Al vaglio CSDD, ecodesgin, packaging e qualità dell’aria

Si apre un’intesa settimana per il Parlamento europeo. A meno di due mesi dal rinnovo del Parlamento, gli europarlamentari hanno deciso di votare in merito ad accordi raggiunti con il Consiglio UE su questioni importanti prima delle elezioni di giugno. Tra queste, la Corporate Sustainability Due Diligence Directive (CSDD), il Regolamento sugli imballaggi, il Regolamento sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti (“ecodesign”) e la Direttiva sulla qualità dell’aria in Europa.

Si inizia oggi pomeriggio con la plenaria sulle regole per promuovere la riparazione dei beni, dossier conosciuto come “diritto alla riparazione“, sul quale a inizio febbraio è stato raggiunto l’accordo interistituzionale per favorire la riparazione dei prodotti invece della loro sostituzione. Il voto è previsto per domani, martedì 23 aprile, quando avrà luogo un altro momento particolarmente rilevante nella maratona del Parlamento UE: il voto finale sul Regolamento Ecodesign, che metterà al bando la distruzione degli abiti invenduti, requisiti minimi per l’ecodesign dei prodotti sul mercato europeo e passaporto digitale per l’informazione degli stessi prodotti.

Sarà una giornata particolarmente intensa quella di mercoledì, che vedrà due votazioni nell’emiciclo del Parlamento per l’enorme quantità di dossier legislativi, a cominciare dal contestatissimo (in Italia) Regolamento sugli imballaggi, che fissa obiettivi vincolanti per contrastare l’aumento rifiuti di imballaggio e promuovere il riutilizzo e il riciclaggio dopo il primo utilizzo. Da segnalare anche il voto sulla revisione della Direttiva sulla qualità dell’aria che stabilisce limiti più severi per polveri sottili e particolato, biossido di azoto (NO2) e biossido di zolfo (SO2). Ma nel menù della plenaria di mercoledì c’è anche il via libera degli eurodeputati all’accordo sulla CSDD.

Nell’ultimo giorno della sessione plenaria, giovedì 25 aprile, il Parlamento si esprimerà anche sul regolamento per lo sviluppo di un’industria con tecnologie a emissioni zero, il Net-Zero Industry Act, l’ultimo pilastro del Green Deal concordato a febbraio dai negoziatori del Consiglio e del Parlamento.

Insomma, temi e regolamenti importanti per la transizione europea, che necessitano di un’approvazione prima del voto del 6-9 giugno nei 27 Paesi membri. Il resto spetterà alla nuova legislatura che entrerà in carica dopo le elezioni.