Fertilizzanti | ESGnews

Decarbonizzazione

NextChem (Maire) si aggiudica contratto per impianto di fertilizzanti sostenibili in Francia

Maire ha annunciato che NextChem (Sustainable Technology Solutions) si è aggiudicata da FertigHy uno studio di fattibilità e un contratto Pre-FEED (Pre Front-End Engineering Design) basandosi sulle tecnologie proprietarie NX Stami Green AmmoniaTM e NX Stami Nitric AcidTM e integrando il know-how in materia di idrogeno ed elettrolizzatori in una soluzione tecnologica consolidata. Il consorzio FertigHy, costituito nel 2023, è composto da diversi azionisti che coprono l’intera catena del valore, tra cui EIT InnoEnergy, RIC Energy, Maire, Siemens Financial Services, InVivo e Heineken. FertigHy è un esempio di operatori industriali europei che decidono di investire in Europa per la progressiva decarbonizzazione dell’economia.

Il primo impianto, la cui costruzione è prevista iniziare nel 2027, produrrà mezzo milione di tonnellate all’anno di fertilizzanti sostenibili a base di azoto a partire da idrogeno ottenuto con energia rinnovabile e a bassa emissione di carbonio. Il consorzio intende replicare questo concetto integrato in altri Paesi europei, con un potenziale beneficio in termini di riduzione delle emissioni stimato fino a un milione di tonnellate di CO2 all’anno per ciascun impianto.

“Quello dei fertilizzanti è un settore strategico per l’economia di ogni Paese e siamo orgogliosi di contribuire alla sua sostenibilità in Europa e nel mondo. Maire, facendo leva sull’approccio integrato che va dallo sviluppo del progetto alle capacità di esecuzione, è in grado di offrire all’industria dei fertilizzanti soluzioni tecnologiche che aiutano a raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione richiesti dalle normative europee”, ha commentato Alessandro Bernini, Ceo di Maire.