Risultati 2020

Retelit pubblica i risultati del 2020 e la prima Dnf

Retelit, società italiana specializzata nelle infrastrutture in fibra ottica e nella trasformazione digitale, archivia il 2020 con una performance in crescita e con l’adozione della prima Dichiarazione non finanziaria (Dnf). Il gruppo guidato da Federico Protto ha registrato ricavi per 164,2 milioni, quasi raddoppiando gli 83 milioni del 2019 e un risultato netto di 15 milioni. I dati tuttavia non sono direttamente confrontabili in quando nel luglio del 2020 Retelit ha acquisito due società, PA group e Brennercom, successivamente integrate. Secondo il Piano industriale al 2025, il fatturato atteso del 2021 sarà pari a un range tra gli 173 milioni e gli 188 milioni di euro.

Il gruppo prosegue inoltre nel percorso avviato verso un modello economico sostenibile. E in quest’ottica la prima Dichiarazione non finanziaria ha l’obiettivo di offrire una visione completa, misurabile e trasparente del valore generato dall’azienda, mettendo in connessione le performance finanziarie con le informazioni ESG.

Fonte: Retelit

La Dnf della Retelit si ispira agli elementi essenziali dell’Agenda 2030, approvata nel 2015 dalle Nazioni Unite con i suoi 17 obiettivi (SDGs) per uno sviluppo sostenibile. Retelit si impegna nella promozione di diversità e pari opportunità, nella non discriminazione e nell’equa remunerazione tra i generi. In questo senso, durante il 2020, il numero delle donne lavoratrici è aumentato del 5,9% rispetto al 2019.

Retelit si impegna nella promozione di iniziative volte all’educazione e alla formazione così come nella promozione di innovazione e progresso tecnologico al fine di ridurre, in generale, il proprio impatto ambientale.

La nuova Dnf rappresenta il primo passo verso la definizione di parametri e target di riferimento di natura non finanziaria, anche per le future politiche di remunerazione del Management del Gruppo.