padiglione Italia

Economia circolare

Expo Dubai, il padiglione italiano è il primo con certificazione di sostenibilità

Quello dell’Italia a Expo 2020 Dubai è il primo padiglione nazionale della storia dell’esposizione universale a ottenere una certificazione di sostenibilità, in una esperienza che può costituire un esempio per manifestazioni future compresa Expo Roma 2030.

È quanto emerso durante la presentazione della candidatura della capitale a Expo 2030, avvenuta al padiglione italiano di Expo Dubai, secondo quanto riporta l’Ansa. Come verificato al termine di una approfondita analisi della società di certificazione Rina, il Padiglione italiano – evidenzia una nota – soddisfa nel suo “ciclo vitale” e nei suoi eventi i principi della norma UNI ISO 20121.

I principi di sostenibilità del Padiglione Italia riguardano inclusività, integrità, trasparenza e gestione responsabile. Dall’architettura alla scelta dei materiali con i quali è allestito e rivestito il padiglione, si è cercato di puntare molto sulla sostenibilità, ma anche su innovazione e made in Italy. Alla presentazione, infatti, era stato spiegato che tra i materiali ci sono materiali organici come il micelio, prodotti riciclati come i fondi di caffè e soprattutto molti elementi riutilizzabili, come le grandi barche che compongono il tetto del padiglione e che continueranno a navigare dopo Expo 2020 Dubai. Il padiglione è inoltre circondato da una tenda di corde nautiche ignifughe, prodotte con plastica riciclata, che funge da sistema di ombreggiamento, consentendo l’ingresso della ventilazione naturale, anche in funzione di maggiore sicurezza rispetto alla diffusione del Covid-19 oltre che di risparmio energetico.

“Sono lieto di questa sostenibilità riconosciuta in termini di certificazione, questa è una grande lezione anche per le organizzazioni future e per l’Expo 2030”, ha sottolineato ieri il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini. “Questo padiglione è stato costruito con materiali interamente riciclabili“, ha detto ieri Ugo Salerno, ceo di Rina. “Anche gli eventi tenuti nel Padiglione Italia sono stati certificati dalla nostra società per la loro sostenibilità, non hanno creato alcuna emissione“, ha aggiunto.