Accordo

Banco BPM e GSE insieme per la transizione ecologica

Banco BPMterzo gruppo bancario italiano e GSE (Gestore dei Servizi Energetici) – società pubblica che promuove lo sviluppo sostenibile – hanno sottoscritto un protocollo d’intesa. Scopo della collaborazione è la messa a punto di strumenti utili ad affrontare la transizione ecologica nell’individuazione e nella analisi della valutazione dei rischi climatici e energetici e nel finanziamento di investimenti ambientalmente sostenibili. 

“Siglando un Protocollo con un primario Istituto come Banco BPM il GSE inizia a porre l’ampio spettro delle proprie competenze in materia di transizione energetica e ambientale a servizio del sistema finanziario nazionale, per lo sviluppo di modelli di analisi dei rischi e di valutazioni dei profili ESG, ormai così rilevanti per tutti gli operatori di mercato”, ha dichiarato l’amministratore unico, Andrea Ripa di Meana.

“La transizione energetica e ambientale, lo sviluppo sostenibile e più in generale tutte le istanze poste al tessuto socioeconomico dagli obiettivi Esg rappresentano altrettante sfide con cui imprese, Pubblica Amministrazione e Comunità sono chiamate a confrontarsi”, ha spiegato Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Banco BPM, a margine della firma del Protocollo. “In questo senso, l’accordo con GSE definisce un importante quadro di collaborazione per orientare e supportare le forze economiche del Paese nei programmi di concreta integrazione dei fattori Esg all’interno dei processi decisionali, produttivi e di controllo dei rischi”.