Imprese bilanciamento di genere rischi | ESG News

Supporto alle PMI

Banca Progetto aderisce a Sace Garanzia Green e Futuro

Banca Progetto, banca digitale specializzata nei servizi dedicati alle piccole e medie imprese italiane e alla clientela privata, ha aderito alle convenzioni Sace “Garanzia Green” e “Garanzia Futuro”.

Con “Garanzia Green”, le imprese, società di capitali con un fatturato fino a 500 milioni di euro, potranno beneficiare della garanzia di Sace all’80%, per sostenere gli investimenti su cicli produttivi con tecnologie a basse emissioni, accelerare la transizione verso una mobilità sostenibile e ridurre e/o prevenire l’inquinamento.

Nel percorso di supporto al tessuto imprenditoriale italiano, con “Garanzia Futuro” si sosterrà invece il processo di crescita delle imprese, società di capitali senza limiti di fatturato, sui mercati globali e, nel mercato domestico, per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, gli investimenti in infrastrutture, il supporto alle filiere e ai territori e l’imprenditoria femminile. Lanciata ad inizio 2024, la nuova Garanzia Futuro offre una copertura del 70%.

Le due garanzie vengono rilasciate a condizioni di mercato, attraverso un processo totalmente standardizzato e digitalizzato, con la possibilità di copertura di finanziamenti fino a un massimo di 50 milioni di euro.

Grazie alle caratteristiche delle iniziative finanziabili, Banca Progetto potrà ulteriormente sostenere le imprese di qualsiasi dimensione nella realizzazione dei loro investimenti; tale operatività comprende anche l’ambito PNRR, nel quale Banca Progetto è già parte attiva attraverso il sito dedicato.

Attraverso queste convenzioni, Banca Progetto consolida la partnership con Sace, avviata nel 2020, confermando il proprio contributo all’incremento della competitività e della produttività del Sistema Paese.

“Con Garanzia Futuro e Garanzia Green noi di Sace supportiamo le aziende italiane, in particolare le PMI, che sono un pilastro del nostro piano industriale INSIEME2025”, ha sottolineato Daniela Cataudella, Head of Dynamic Business Solutions Sace, “un obiettivo che portiamo avanti insieme ai principali attori del sistema Paese e agli Istituti finanziari italiani, come Banca Progetto, che si aggiunge alle diverse partnership già in essere, per rafforzare il nostro supporto alla digitalizzazione e alla transizione green del nostro Paese”.

“Il 2024 rappresenta un anno-chiave per la transizione sostenibile e per l’innovazione e la digitalizzazione delle imprese. Siamo orgogliosi di continuare, anche dopo il periodo emergenziale, la collaborazione con Sace. Con questi strumenti di garanzia, grazie alla nostra presenza sull’intero territorio nazionale, Banca Progetto potrà servire una vasta clientela che avrà la possibilità di mantenere i livelli di competitività e produttività necessari allo sviluppo del Sistema Paese”, ha aggiunto Stefano Pezzella, Responsabile Finanza Agevolata di Banca Progetto.