De Nora | Piazza Affari | ESG News

Bluechip sostenibili

Euronext, revisione trimestrale MIB ESG, nessuna modifica

Nessuna modifica nella composizione dell’indice MIB ESG di Euronext. ll principale mercato finanziario e borsa valori pan-europeo nell’Eurozona ha infatti annunciato i risultati della consueta revisione trimestrale dell’indice MIB ESG, che sarà attuata dopo la chiusura dei mercati del prossimo venerdì 16 settembre 2022 e sarà effettiva da lunedì 19 settembre 2022.

L’indice MIB® ESG è il primo indice ESG (Environmental, Social and Governance) dedicato alle blue-chip italiane, pensato per individuare i grandi emittenti italiani quotati che presentano le migliori pratiche ESG. È il secondo indice nazionale ESG di Euronext, dopo il CAC40 ESG lanciato nel marzo 2021.

Il MIB® ESG combina la misurazione della performance economica con valutazioni ESG in linea con i principi del Global Compact delle Nazioni Unite. La composizione si basa sull’analisi dei criteri ESG da parte di Vigeo Eiris, società di Moody’s ESG Solutions, che valuta le performance ESG degli emittenti.

La metodologia alla base prevede una graduatoria delle migliori 40 società sulla base di criteri ESG, selezionate tra le 60 italiane più liquide, escludendo quelle coinvolte in attività non compatibili con investimenti ESG. Le società appartenenti all’indice sono: A2a, Amplifon, Anima Holding, Assicuraz. Generali, Atlantia, Autogrill, Banca Generali, Banca Mediolanum, Banco Bpm, Bper Banca, Cnh Industrial, Enel, Eni, Erg, Finecobank, Hera, Intesa Sanpaolo, Iren, Italgas, Leonardo, Mediobanca, Moncler, Nexi, Ovs, Pirelli, Poste Italiane, Prysmian, Recordati, Reply, Saipem, Salvatore Ferragamo, Snam, Stellantis, Stmicroelectronics, Telecom Italia, Terna, Unicredit, Unipol, Unipolsai, Webuild.

Le componenti dell’indice sono ponderate in base alla capitalizzazione del flottante di mercato.

Fonte: riformulazione ESGnews dal sito Euronext

L’andamento del MIB ESG

Stamattina il MIB ESG ha aperto a 994,62 e alle ore 11 ha raggiunto 1.001,34, in positivo dunque dello 0,66% . Negli ultimi cinque giorni, dall’8 al 13 settembre ha visto un aumento di circa il 5%, passando da 963,14 euro (rilevazione in apertura di mercato l’8 mattina) a 1013,23 euro (rilevazione in apertura di mercato il 13 mattina).

Fonte: Euronext

L’andamento annuale ha invece registrato una riduzione, in linea però con la contingenza attuale del mercato. A settembre dell’anno scorso (14 settembre) la quotazione era 1153,67, due giorni fa invece 1008,13.

Fonte: Euronext

MIB ESG e FTSE MIB

FTSE MIB è il principale indice di benchmark dei mercati azionari italiani e misura la performance di 40 titoli italiani.

L’Indice è ricavato dall’universo di trading di titoli sul mercato azionario principale di Borsa Italiana (BIt). Ciascun titolo viene analizzato per dimensione e liquidità e l’Indice fornisce complessivamente una corretta rappresentazione per settori. L’Indice FTSE MIB è ponderato in base alla capitalizzazione di mercato dopo aver corretto i componenti in base al flottante.

Nel grafico, si propone una comparazione degli andamenti dei due indici, in nero il MIB ESG e in viola il FTSE MIB.

Fonte: Borsa Italiana