Standard Ethics Fineco rating | ESG News

Risultati ESG

Fineco, utile netto in crescita del 23% e progressi nel Piano ESG

Fineco archivia il 2022 con un utile netto record che si attesta a 428,8 milioni, in crescita del 22,8% rispetto al 2021 e ricavi totali pari a 948,1 milioni, un incremento del 17,8% rispetto all’anno scorso. Entrambi i risultati sono al netto delle poste non ricorrenti registrate nel 2022 (-0,5 milioni di euro lordi relativi alla cancellazione Schema Volontario nel periodo). Il CdA ha proposto un dividendo pari a 0,49 euro per azione. Nel corso degli ultimi 12 mesi Fineco ha continuato il proprio percorso di sostenibilità nelle diverse aree di intervento delineate nel Piano ESG 2020-2023.

I risultati ESG di Fineco

Per quanto riguarda i risultati ESG dell’anno appena concluso, Fineco a luglio 2022  ha pubblicato la propria prima Global Policy di Sostenibilità, che definisce la cornice di riferimento e di raccordo di tutti gli impegni sottoscritti dal gruppo in materia di sostenibilità.

Fineco AM ha aggiornato la propria Responsible Investment Policy, che regola l’approccio dell’AM agli investimenti responsabili e ESG, e ha pubblicato la sua prima Investment Exclusion Policy, che descrive i criteri di esclusione adottati al fine di evitare di effettuare investimenti che potrebbero essere ritenuti incompatibili con i principi di investimento responsabile. Inoltre, la società di gestione del risparmio del gruppo ha mantenuto aggiornata la categorizzazione SFDR dei propri fondi e, a fine dicembre 2022, circa il 43% dei fondi di Fineco AM era relativo a fondi che promuovono, tra le altre, caratteristiche ambientali o sociali, o una combinazione di esse (ex art. 8 SFDR), mentre l’1% era relativo a fondi con obiettivo di investimento sostenibile (ex art. 9 SFDR). Alla stessa data, a livello di gruppo circa il 56% dei fondi distribuiti nella piattaforma Fineco risultava essere classificato ex articolo 8 SFDR, mentre circa il 5% era classificato ex articolo 9.

Nell’ambito della gestione degli impatti ambientali, a settembre 2022 FinecoBank è divenuta la prima banca rete a ottenere la certificazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme), un riconoscimento assegnato alle organizzazioni che adottano una politica ambientale in grado di ridurre gli impatti in modo concreto e misurabile, sviluppando nuove soluzioni per favorire la sostenibilità. Inoltre, ad agosto 2022 il consiglio di amministrazione ha approvato l’impegno a raggiungere emissioni nette zero (net zero) entro il 2050. Attraverso questo obiettivo, il gruppo si impegna a ridurre progressivamente le proprie emissioni operative di Scope 1, 2 e 3 fino al 90% entro il 2050, a neutralizzare le emissioni residue dall’anno di Net-Zero, e a far sì che i propri attivi di bilancio siano allineati agli obiettivi climatici dell’Accordo di Parigi, con particolare riferimento ai titoli di debito governativi e bancari.

La sensibilizzazione dei propri stakeholder in tema di sostenibilità è un’altra attività su cui Fineco si è concentrato nel proprio percorso ESG. Pertanto, nel corso del 2022 sono state svolte alcune iniziative in tale direzione quali: webinar pubblici dedicati al tema “investimenti e sostenibilità” in occasione delle giornate Internazionali delle Nazioni Unite; una sessione di Induction per il consiglio di amministrazione intitolata L’evoluzione della sostenibilità nell’ambito della gestione della Banca in relazione ai competitor e ai cambiamenti normativi; il  lancio di un corso di formazione obbligatoria intitolato Sostenibilità: impegni e iniziative in Fineco destinato a tutti i dipendenti del gruppo in Italia e in Irlanda e a tutti i Personal Financial Advisors.

Riconoscimenti ESG

Nel 2022 Fineco ha riscontrato un miglioramento nei punteggi assegnati dalle principali agenzie di rating ESG. MSCI ha migliorato il rating ESG da “A” (average) ad “AA” (leader) nel settore dei “diversified financials”. Il Corporate Sustainability Assessment di S&P ha al contempo visto un incremento dello score da 65 a 68 punti su 100 e Moody’s ESG Solutions (ex Vigeo Eiris) ha portato l’ESG rating di Fineco da 54 a 57 punti su 100 (robust performance).

Inoltre, Sustainalytics ha migliorato l’ESG risk rating di Fineco portandolo da 16,0 (Low risk) nel 2021 a 13,2 (Low risk), confermando il posizionamento tra le migliori banche a livello internazionale e Standard Ethics ha confermato il rating di Fineco per il terzo anno consecutivo al livello “EE+” (very strong). Refinitiv ha poi confermato il rating di 85 punti su 100, che indica performance ESG eccellenti e un alto grado di trasparenza nel reporting pubblico di sostenibilità.

A dicembre 2022, Fineco ha ottenuto il primo rating CDP Climate Change, pari a “B”.  Infine, la banca risulta essere inclusa anche negli indici di sostenibilità MIB ESG Index di Euronext, FTSE4Good, Bloomberg Gender Equality Index (GEI) 2023, Standard Ethics Italian Banks Index, Standard Ethics Italian Index e S&P Global 1200 ESG Index.