CDP parità di genere | ESG News

Finanza ESG

CDP al FiCS di Cartagena per l’allineamento della finanza pubblica agli obiettivi di sostenibilità

Allineamento della finanza pubblica e privata agli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs), espansione della finanza verde nei mercati emergenti e nelle economie in via di sviluppo e finanziamento pubblico e privato delle infrastrutture sostenibili. Questi i temi che hanno visto protagonista Cassa Depositi e Prestiti nel corso degli incontri che si sono svolti a latere della quarta edizione del Finance in Common Summit (FiCS), l’iniziativa globale lanciata nel 2020 con l’obiettivo di allineare l’intero sistema finanziario globale al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs) e all’Accordo di Parigi sulla tutela del clima e dell’ambiente.

Promozione degli investimenti ESG, tutela del clima e della biodiversità, sviluppo della piccola e media impresa e inclusione finanziaria. Sono questi i temi su cui si è focalizzata la quarta edizione dell’incontro che quest’anno si è tenuto a Cartagena, in Colombia, ed è stato ospitato congiuntamente dalla Banca Interamericana di Sviluppo (IaDB), dalla Banca Colombiana di Sviluppo (Bancoldex) e dalla rete delle istituzioni finanziarie di sviluppo latinoamericane (ALIDE). L’iniziativa FiCS vede la partecipazione di oltre 500 Banche di Sviluppo (BPS), per volumi totali di oltre 23mila miliardi di dollari di asset e una capacità di mobilitare 2.700 miliardi di dollari all’anno, pari a circa il 10% degli investimenti a livello globale. Negli ultimi anni inoltre ha coinvolto un ampio numero di soggetti, tra cui network regionali, organizzazioni internazionali, soggetti del settore privato, accademia e centri di ricerca e organizzazioni della società civile. 

Numerosi anche gli impegni sottoscritti da CDP in occasione del quarto appuntamento del Summit, focalizzati in particolare sui temi del clima e dell’ambiente, tra cui l’adesione alla Global Green Bond Initiative e alla Call to Deliver Positive Action For The Ocean oltre al rinnovo dell’impegno verso la Water Finance Coalition.

“Negli ultimi anni, CDP ha intrapreso un significativo percorso di allineamento della propria strategia e delle proprie operazioni agli Obiettivi di sviluppo sostenibile, con la promozione di iniziative sempre più legate alla sostenibilità non solo economica, ma anche ambientale, sociale e di governance, selezionate e misurate attraverso un nuovo paradigma che contempera rischio, rendimento e impatto. Un percorso che si interseca con quello di crescita nella finanza di sviluppo internazionale: negli ultimi anni, CDP ha infatti fatto leva sulle competenze acquisite in oltre 170 anni di storia per strutturare operazioni finanziarie innovative nelle economie emergenti e in via di sviluppo, secondo un approccio di partnership reciproca che promuove lo sviluppo sostenibile e inclusivo delle realtà locali rafforzando al contempo i legami economici tra l’Italia e i paesi partner. Impegno che si traduce anche nei numerosi accordi sottoscritti nel tempo nell’ambito della coalizione FiCS, che mettono al centro la tutela del pianeta e delle persone”, ha dichiarato Paolo Lombardo, direttore Cooperazione Internazionale allo Sviluppo di CDP.

Global Green Bond Initiative è volta a facilitare il flusso di capitali privati da parte di investitori istituzionali verso progetti a favore della protezione del clima nei Paesi partner dell’Unione Europea, aumentando così le loro capacità di accesso ai capitali. In particolare, attraverso la nuova partnership, le istituzioni aderenti si impegnano a fornire assistenza tecnica agli emittenti di green bond nelle economie emergenti e in via di viluppo, allo stesso tempo attirando investitori privati. L’impatto previsto del fondo potrebbe stimolare investimenti verdi per un totale di 15-20 miliardi di euro.