Eni stoccaggio | ESG News

Carbon Capture and Storage

Eni UK si candida per stoccaggio CO2 nel Mare del Nord

Eni UK ha sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento a gas depletato di Hewett, che interessa un’aera situata nel Mare del Nord meridionale britannico e in cui l’azienda prevede di sviluppare un progetto CCS (Carbon Capture and Storage) che contribuirà alla decarbonizzazione dell’area di Bacton e Thames Estuary in UK.

Il giacimento depletato di Hewett ha una capacità di stoccaggio di circa 330 milioni di tonnellate di CO2. Eni UK può fare leva sulla propria esperienza e sulla conoscenza del sottosuolo del campo di Hewett in quanto l’azienda è stata attiva come operatore di gas nell’area da oltre 40 anni.

La società del cane a sei zampe inglese, inoltre, ha annunciato la costituzione dell’iniziativa Bacton Thames Net Zero, nata allo scopo di decarbonizzare e di lanciare nuove opportunità di crescita green per i settori automobilistico, ceramico, alimentare, dei materiali, dell’energia e dello smaltimento dei rifiuti nella area sud-orientale della Gran Bretagna, supportando la strategia di riduzione delle emissioni nel Paese.

In questa iniziativa industriale, Eni UK si occuperebbe del trasporto e dello stoccaggio della CO2 nel proprio giacimento a gas depletato di Hewett con l’obiettivo di avviare il progetto già nel 2027.

L’azienda ha già maturato esperienza tecnica e commerciale avendo un progetto CCS nel sito di Liverpool Bay e avendo ottenuto una licenza anche per il progetto HyNet NW Cluster.