Deloitte cambiamento climatico | ESG News

Strategia Net Zero

AllianceBernstein sigla l’impegno verso il Net Zero

AllianceBernstein (AB), società leader nella ricerca e gestione degli investimenti a livello globale, ha annunciato il suo impegno a raggiungere le zero emissioni nette, lavoro che prevederà l’allineamento delle sue operazioni commerciali e di una serie di strategie di investimento con l’obiettivo di limitare il surriscaldamento globale a 1,5 gradi centigradi entro il 2050, a sostegno dell’Accordo di Parigi. L’impegno porta avanti gli sforzi che AB compie da tempo per agire e investire in modo responsabile. 

“AB ha adottato proattivamente un approccio agli investimenti responsabili e al raggiungimento di un futuro più sostenibile”, ha dichiarato Seth Bernstein, Presidente e Ceo di AllianceBernstein. “La nostra strategia Net Zero riguarda sia il livello aziendale che quello degli investimenti e ribadisce il nostro impegno a garantire che le nostre persone e i nostri portafogli lavorino insieme per raggiungere gli obiettivi climatici fondamentali”, ha aggiunto Bernstein.

Nell’ambito della strategia Net Zero per le operazioni aziendali, AB perseguirà nella sua iniziativa di collocare l’85% dei dipendenti in edifici ecologici entro il 2025, continuando ad esplorare opzioni di utilizzo di energia rinnovabile. 

Nel ramo degli investimenti, invece, l’azienda si sta basando sul suo impegno di lunga data a sostegno e in difesa del clima. AB ha sottoscritto i Principi per l’Investimento Responsabile nel 2011 e ha collaborato con la Columbia Climate School sia in riferimento alle politiche climatiche, sia creando programmi di formazione per la prossima generazione di professionisti che si impegnano a sviluppare soluzioni e ad affrontare l’impatto del cambiamento climatico. 

AB compie una azione di engagement sistematica  con gli emittenti sui rischi e le opportunità legate al cambiamento climatico: nel 2021, la società ha tenuto più di 900 discussioni su queste e altre questioni ambientali.

Nell’ambito del suo piano di transizione alle zero emissioni, AB ha aderito alla Net Zero Asset Managers Initiative, un programma con più di 270 firmatari, per un complessivo di oltre 61.000 miliardi di dollari di asset in gestione, che si sono impegnati a sostenere l’obiettivo di azzerare le emissioni di gas serra entro il 2050, o prima.

“La nostra strategia net zero è il risultato di anni di collaborazione con colleghi, clienti, emittenti e leader del settore”, ha dichiarato Michelle Dunstan, Chief Responsibility Officer di AllianceBernstein. “La ricerca ha costantemente guidato il nostro approccio, mentre lo sviluppo dello schema normativo ha contribuito a plasmare la nostra strategia e il modo in cui ci impegniamo per conto dei nostri clienti. Il viaggio di AB verso il Net Zero è ben avviato e siamo entusiasti di questa nuova fase: tradurre la nostra strategia in un approccio sistematico per rispettare il nostro impegno”, ha concluso Dunstan.

Nel breve termine, i prossimi passaggi per l’azienda comprenderanno la determinazione di quali strategie, tra quelle azionarie, del credito e altre strategie selezionate, comporranno la selezione iniziale. Questo comprenderà la definizione di metriche appropriate e di approcci specifici per le strategie, basandosi sui seguenti elementi costitutivi del Net Zero: 

  • Guidare attraverso l’engagement: I team di investimento si baseranno sulla loro già ampia attività di engagement con gli emittenti per ottenere informazioni e azioni concrete, attraverso risorse proprietarie come ESIGHT e la partnership in corso con la Columbia Climate School. L’azione degli investitori spingerà gli emittenti a impegnarsi nell’azione per il clima, a comunicare le emissioni di gas serra, a fissare obiettivi di riduzione e ad assumere impegni di azzeramento delle stesse, fattori che AB ritiene preparino al successo in un’economia a basse emissioni di carbonio.
  • Ricerca e monitoraggio basati sui dati: L’azienda continuerà ad analizzare le emissioni, le intensità di carbonio, le metriche e gli obiettivi di decarbonizzazione, investimenti e piani di transizione, e a monitorare l’impatto dei suoi portafogli, oltre a monitorare altre metriche rilevanti per il clima.
  • Aumentare le esposizioni finanziarie a favore del clima: con molte delle strategie della società già focalizzate sugli investimenti legati al cambiamento climatico e sulle entrate provenienti da soluzioni favorevoli all’ambiente, AB continuerà a concentrarsi sugli investimenti azionari e a reddito fisso nel settore della finanza climatica, man mano che si presenteranno opportunità. Come parte di questo impegno, attualmente l’azienda investe circa 6 miliardi di dollari in green bond, titoli legati a KPI e strutture ESG. 

AB continuerà inoltre a migliorare ed espandere la sua piattaforma “Portfolios with Purpose”, che attualmente presenta sette soluzioni di investimento incentrate sul clima. L’azienda implementerà inoltre strategie per incrementare gli investimenti in opportunità climatiche, potenziando al contempo le attività di stewardship e di supporto alla causa del net zero.

Per garantire una trasparenza costante, la società renderà noti i progressi del suo piano di transizione alle zero emissioni e continuerà a comunicare pubblicamente la sua governance, la strategia, la gestione del rischio, le metriche e gli obiettivi in materia di clima, in linea con le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD). AB pubblica la sua dichiarazione annuale sul cambiamento climatico e il rapporto TCFD sul proprio sito web, così come informazioni sull’impegno proattivo attraverso partnership con organizzazioni come Climate Action 100+ e la Columbia Climate School.