A2A ciclo idrico | ESG News

Private Equity ESG

Algebris Transition Fund acquisisce il 60% di IDEA, società che gestisce asset e reti idrici

Algebris Green Transition Fund, fondo di private equity di Algebris Investments, ha annunciato l’acquisizione del 60% di IDEA attraverso Aquanexa, la piattaforma avanzata di soluzioni integrate per il futuro dell’industria idrica.

IDEA, fondata a Milano nel 1996, è una società che si occupa di realizzazione chiavi in mano di sistemi di gestione dati e monitoraggio per asset e reti idrici. La società può vantare l’installazione dei principali sistemi di telecontrollo per il servizio idrico in Italia e offre soluzioni nel campo della fornitura di soluzioni digitali e hardware per la misurazione di performance operative e gestionali, manutenzione dei sistemi e dei software installati e integrazione IoT ivi compresa la fornitura di Smart Meter per il ciclo idrico. IDEA può contare su un team di 40 professionisti e nel 2023 ha realizzato ricavi per circa 32 milioni di euro con un EBITDA reported di circa 3,2 milioni di euro.

L’acquisizione di IDEA risponde alla volontà di dare vita a un gruppo industriale di ampie dimensioni, fondato su esperienza e competenza e costituito da partner interessati sia a cogliere le crescenti opportunità del settore idrico, sia a partecipare alla costruzione di una nuova realtà industriale specializzata. In particolare, IDEA costituirà, all’interno dei servizi offerti da Aquanexa, la linea di attività “data measuring”, che andrà ad affiancare quella legata all’ingegneria delle reti, che fa capo a Datek22. L’ingresso di IDEA non soltanto rafforza la piattaforma Aquanexa, ma potenzia le sinergie tra le due aziende partner, che già si erano trovate a seguire dei progetti insieme in passato, che potranno proporre ai propri clienti un servizio di qualità, integrato ed efficiente.

L’operazione segna un progresso importante nella strategia di crescita di Aquanexa poiché da un lato ne consolida la posizione nel settore delle soluzioni digitali e operative per la gestione e l’innovazione delle risorse idriche, dall’altro ne supporta l’attività di facilitatore della transizione verso un utilizzo più sostenibile dell’acqua. Lo sviluppo di Aquanexa continuerà nei prossimi mesi con ulteriori acquisizioni volte da un lato ad arricchire l’offerta con nuove partnership mirate e dall’altro allo sviluppo dei servizi già disponibili.

“Siamo entusiasti di integrare IDEA nel nostro gruppo, un nuovo partner che ci consente di continuare a espandere la nostra offerta per rispondere alle crescenti esigenze del mercato idrico. Aquanexa, infatti, si rivolge al mercato come un “one-stop-shop” per i suoi clienti, in grado di offrire un’ampia gamma di servizi sia sulle reti sia sugli asset, rispondendo alle richieste da parte degli operatori del settore idrico anche in ambito digitalizzazione. Grazie al nostro approccio unico e integrato siamo pronti a guidare il settore verso un futuro più sostenibile ed efficiente”, ha dichiarato Andrea Lanuzza, amministratore delegato di Aquanexa.

“La digitalizzazione è un passaggio fondamentale anche per il settore idrico, ed esprime il suo massimo potenziale se vi sono le condizioni abilitanti di base: capacità di intervenire con servizi e tecnologie sulle infrastrutture per il loro efficientamento e per aumentarne le performance. L’approccio di Aquanexa mette al centro i servizi alle utility integrando tecnologie virtuali e infrastrutture fisiche”, ha aggiunto Pasquale Talento, amministratore delegato di IDEA.

“L’acquisizione di IDEA è il secondo importante passo nel perseguimento della strategia che vede Aquanexa operare da protagonista nella trasformazione digitale e operativa del settore idrico, un segmento che storicamente ha attratto pochi investimenti ma che risulta cruciale se si vuole andare verso una vera transizione ambientale ed energetica. Stiamo già monitorando il mercato con l’obiettivo di individuare ulteriori acquisizioni, per arricchire il portafoglio partner e offrire sia nuovi servizi ingegneristici e tecnici sia innovazioni tecnologiche e legate all’IoT. Le attività di IDEA permettono una gestione più efficiente della risorsa idrica e sono pertanto allineate alla strategia dell’Algebris Green Transition Fund, classificato come Articolo 9 secondo la regolamentazione SFDR”, ha concluso Luca Valerio Camerano, Managing Director e Senior Partner di Algebris Transition Fund.