Il nuovo gruppo avrà ricavi per circa 350 milioni di dollari

S&P global e IHS verso la fusione, si crea un colosso nel settore dati e indici di borsa

S&P Global ha annunciato di aver stipulato un accordo definitivo di fusione con IHS Markit che creerebbe un colosso nel settore dei dati e indici di borsa mondiali. L’operazione avverrebbe tramite l’acquisizione di IHS Markit a un valore aziendale di 44 miliardi di dollari, inclusi 4,8 miliardi di dollari di debito netto, effettuata interamente tramite un concambio in azioni. La transazione riunisce due organizzazioni di livello mondiale, un portafoglio unico di asset altamente complementari in mercati interessanti e capacità di innovazione e tecnologia all’avanguardia per accelerare la crescita e aumentare la creazione di valore.

Secondo i termini dell’accordo di fusione, che è stato approvato all’unanimità dai consigli di amministrazione di entrambe le società, ciascuna azione ordinaria di IHS Markit sarà scambiata con un rapporto fisso di 0,2838 azioni ordinarie di S&P Global. Al completamento della transazione, gli attuali azionisti di S&P Global possederanno circa il 67,75% della società combinata, mentre gli azionisti di IHS Markit possederanno circa il 32,25%. La nuova azienda stima dei ricavi pari 350 milioni di dollari all’anno. La fusione sarà completata entro la prima metà del 2021

Le risorse, uniche e altamente complementari, di S&P Global e IHS Markit faranno leva sulle capacità tecnologiche e di innovazione all’avanguardia, tra cui Kensho e IHS Markit Data Lake, per migliorare la proposta di valore al cliente e fornire l’intelligenza di cui i clienti hanno bisogno per prendere le decisioni. Servendo una base di clienti globale, attraverso informazioni e servizi finanziari, rating, l’azienda, nata dalla fusione, fornirà soluzioni differenziate importanti per i flussi di lavoro di molte delle aziende leader mondiali.

Insieme, le due società forniranno soluzioni complete su dati, piattaforme, benchmark e analisi in ambito ESG, transizione climatica ed energetica. Douglas Peterson, presidente e amministratore delegato di S&P Global, fungerà da amministratore delegato della società combinata. Lance Uggla, presidente e amministratore delegato di IHS Markit, rimarrà come consulente speciale dell’azienda per un anno dopo la chiusura.

Peterson ha affermato: ”Grazie a questa entusiasmante combinazione, siamo in grado di servire meglio i nostri mercati e clienti creando nuovo valore e intuizioni. Questa fusione aumenta la scala completando le nostre capacità combinate per accelerare e amplificare la nostra capacità di fornire ai clienti le informazioni necessarie per prendere le loro decisioni”.