case green riduzione ecobonus sondaggio Unipol | ESG News

Comunità Energetiche Rinnovabili

CER: in Emilia Romagna intesa tra Hera, Regione, CNR e Confartigianato

Il futuro non è più delle grandi centrali, ma in un impegno comune e diffuso in tutto il territorio affinché l’energia, pulita e rinnovabile, possa essere sempre più di prossimità, autoprodotta e condivisa. È questo l’orizzonte in cui si colloca il protocollo d’intesa sottoscritto dalla Regione Emilia-Romagna con gruppo Hera, Iren Smart Solutions, CNA ER e Confartigianato Imprese E-R per promuovere lo sviluppo delle comunità energetiche rinnovabili (CER) nel territorio emiliano romagnolo, in coerenza con gli obiettivi contenuti nel Patto per il Lavoro e per il Clima, nonché nel Piano energetico regionale 2030 e relativo Piano attuativo triennale 2022-2024.

Così l’accordo punta a mettere in rete le piccole e medie imprese con le multiutilities, in modo tale che abbiano tutti gli strumenti utili per poter avviare gli investimenti green. Alla sigla, erano presenti Vincenzo Colla, assessore allo Sviluppo economico e Green economy, Orazio Iacono, amministratore delegato del gruppo Hera, Roberto Conte, amministratore delegato di Iren Smart Solutions e I.Blu, Paolo Cavini, presidente CNA Emilia-Romagna, e Davide Servadei, presidente Confartigianato Emilia-Romagna.

Davide Servadei, presidente Confartigianato Emilia-Romagna, Orazio Iacono, amministratore delegato del gruppo Hera, Vincenzo Colla, assessore allo Sviluppo economico e Green economy, Roberto Conte, amministratore delegato di Iren Smart Solutions e I.Blu, Paolo Cavini, presidente CNA Emilia-Romagna.

Finalità del protocollo, che avrà durata triennale, è avviare una collaborazione tra le parti, ciascuna nell’ambito delle proprie competenze, per trarre un vantaggio reciproco dalla realizzazione di azioni congiunte di studio, ricerca e progettazione, con particolare attenzione al settore energetico. Più nello specifico, le parti intendono valorizzare, in un’ottica di sinergia, le rispettive competenze per definire strumenti di ausilio utili alla Regione per promuovere la diffusione di CER e realizzare interventi “pilota” replicabili sul territorio.

“Dobbiamo accelerare la transizione energetica dell’intero ecosistema regionale. Per farlo, dobbiamo coinvolgere tutti i soggetti territoriali, a partire dalle nostre imprese artigiane” ha sottolineato l’assessore Vincenzo Colla.

“La nostra adesione rientra nella più ampia strategia del gruppo Hera come descritta anche nel Piano industriale al 2026, che già prevede iniziative concrete nel campo delle energie rinnovabili, dall’installazione di impianti fotovoltaici alla produzione di biometano e idrogeno” ha dichiarato Orazio Iacono, Amministratore Delegato del gruppo Hera, “Proprio a Bologna, in via Usodimare, attraverso la nostra controllata Hera Comm, abbiamo contribuito a realizzare il primo esempio cittadino di energia condivisa: una forma semplice di comunità energetica attraverso la quale le famiglie possono autoprodurre l’energia rinnovabile traendo benefici economici e ambientali”.